Nella serata di venerdì 12 Giugno si è tenuto il Consiglio dell’Unione dei Comuni Rubicone e Mare dove è stata approvata una importante delibera: la convenzione del servizio di Polizia Municipale in Unione da parte dei comuni di Borghi, Sogliano e Roncofreddo, avvenuta dopo la relazione del Comandante Roberta Miserocchi. Il servizio di PM sarà ora condiviso assieme ai due comuni che avevano già il servizio in convenzione, Savignano e Gatteo. Questo consentirà ai tre piccoli comuni dell’ex comunità montana (che ad oggi avevano solo un servizio di back office amministrativo), di avere il pattugliamento del territorio. Il Consigliere Campedelli (m5s Savignano) fa notare che l’Unione va vista nel suo insieme e non come il luogo dove difendere gli interessi del singolo comune. “Solo in questo modo -continua Campedelli- potremo avere servizi uniformi in tutto il territorio del Rubicone, con costi minori per i cittadini. Ad oggi però c’è un completo disinteresse alle vicende dell’Unione anche da parte della sua stessa Giunta, praticamente sempre assente ai consigli”. “Questa sera -dice Campedelli- abbiamo anche faticato a raggiungere il numero legale.”
Il Consigliere Campedelli si dice soddisfatto anche per l’approvazione di due mozioni su tre che ha firmato. La prima assieme al Consigliere Casadei (Gatteo) che richiedeva un impegno alla giunta per utilizzare la capacità assunzionale dell’Unione prioritariamente per agenti della municipale e consentire così di avere anche un servizio nelle ore notturne, dando priorità al pattugliamento del territorio piuttosto che allo strumento vessatorio (anche se spesso doveroso) delle contravvenzioni.
La seconda mozione, approvata all’unanimità, richiedeva l’impegno per l’utilizzo di stoviglie lavabili nelle mense scolastiche di Savignano, San Mauro e Gatteo.
“L’approvazione di questa mozione all’unanimità diventa imbarazzante per la maggioranza di Savignano, perché -ricorda Campedelli- ne avevo portato una versione pressoché analoga nel nostro comune. La maggioranza inscenò un teatrino inconcepibile, emendandola con la scusa del maggior costo. Ebbene -continua Campedelli- questa sera anche un consigliere di Savignano ha votato favorevolmente la mozione, confermando che il Gruppo Cambiapasso si muove in funzione del consenso, prima che per l’interesse dei cittadini.”
“Peccato infine per la bocciatura della mozione sull’adesione alla società inHouse proposta da Papperini (m5s Cesenatico) e co-firmata da 5 consiglieri (Campedelli, Brunetti, Pasini, De Luca). I consiglieri PD hanno dimostrato -continua Campedelli- di aver preso un argomento così importante molto alla leggera, con informazioni sommarie e senza un minimo di preparazione sull’argomento.
Confidiamo che almeno questa volta, nel bando di gara venga separato il gestore della raccolta da chi fa lo smaltimento dei rifiuti.”

Condividi le nostre idee