Interrogazione

Gruppo consiliare Movimento 5 stelle-beppegrillo.it

Egr.gio sindaco ing. Filippo Giovannini
Egr.gio presidente del consiglio comunale ing. Lorenzo Silvagni

OGGETTO: analisi e monitoraggio della ex discarica Ca’ Antonioli

Considerate:

Le risoluzioni assunte con Delibera di Consiglio comunale n. 18 del 4 aprile 2014, in cui il consiglio comunale impegna la giunta a:

1. Predisporre urgentemente un controllo disponendo le dovute analisi;
2. Riprendere le azioni messe in campo in precedenza finalizzate alla verifica periodica dell’ex discarica mediante analisi di concerto con ARPA e Azienda USL;
3. Adottare, nell’eventualità, le misure correttive necessarie a ripristinare una corretta gestione post operativa della discarica;
4. Assumere ogni determinazione necessaria ad accedere ai Fondi Europei messi a disposizione per la riqualificazione delle aree marginali anche attraverso programmi di investimento nelle fonti rinnovabili come il progetto M2RES di ENEA o simili.

Vista:

La relazione idrogeologica a firma del geologo Loris Venturini che su incarico dell’amministrazione comunale ha censito i pozzi nei pressi dell’ex discarica Ca’ Antonioli, datata giugno 2014;

Considerato che

Nell’area sono state sospese le analisi sulle acque superficiali dal 2003 da parte di ARPA e ASL, come previsto da decreto n. 36 del 2003, in quanto il sito non è più in uso e si pone pertanto in capo al gestore dell’impianto, cioè al sindaco, la responsabilità del piano di monitoraggio e di controllo e di relazionare in merito allo stesso;

Constatato che

Come verificato dal censimento realizzato ad opera del geologo Loris Venturini, i pozzi sono utilizzati per l’irrigazione di orti e giardini e in alcuni casi come veri pozzi agricoli per uso irriguo per le colture orticole, quindi con potenziali rischi per la salute e che alla data di oggi non sono state ancora eseguiti i prelievi da parte di ARPA e ASL;

Chiedo al Sindaco Filippo Giovannini e all’assessore competente:

a) quando saranno realizzate le analisi chimiche di ARPA e azienda USL;
b) a che punto è la richiesta di accesso ai Fondi Europei messi a disposizione per la riqualificazione delle aree marginali anche attraverso programmi di investimento nelle fonti rinnovabili come il progetto M2RES di ENEA o simili, come specificato al punto n. 4 nella delibera di consiglio comunale n. 18 del 4 aprile 2014.

Richiedo di ricevere risposta scritta dell’argomento trattato.

Savignano sul Rubicone 21/07/2014

Il consigliere del M5S
Mauro Frisoni

Condividi le nostre idee